Welcome to Risun Bio-Tech Inc!

Tel:+86-29-8610-0730
Categoria di prodotto
Contattaci

Tel:+ 86-29-8610-0730

Fax:+ 86-29-8610-5620

E-mail: sale@risunextract.com

Web: www.risunextract.com

Notizie

Casa > Notizie > Contenuto
La tazza di tè a base di erbe può aiutare a combattere il cancro al seno
Risun Bio-Tech Inc | Updated: Apr 20, 2016

La tazza di tè a base di erbe può aiutare a combattere il cancro al seno

Un tè di erbe tradizionale può tenere la chiave per la lotta contro il cancro al seno, affermano gli scienziati.

Estratti dalla pianta nota come mantello della Vergine, che viene utilizzato come un tè medicinale in alcuni paesi, può uccidere le cellule cancerose in provetta.

Il tè vegetale è già ubriaco da donne in Pakistan rurale che hanno il cancro al seno, ma fino ad ora il suo uso come un trattamento è stato considerato come folklore.

Ricerca condotta da scienziati presso Aston University, Birmingham e Russells Hall Hospital, Dudley, suggerisce che contiene potenti agenti anti-cancro che agiscono singolarmente o in combinazione contro la proliferazione delle cellule tumorali.

Prove di laboratorio hanno mostrato hanno arrestato la crescita delle cellule all'interno di cinque ore di applicazione e ha causato loro di morire entro 24 ore.

L'impianto, che ha il nome botanico Fagonia cretica, è trovato nelle regioni aride, desertiche del Pakistan, India, Africa e parti d'Europa.

Professor Helen Griffiths e professore Amtul R Carmichael, che ha guidato lo studio, trovato tisana fatta dall'estratto della pianta distrugge le cellule tumorali ma, a differenza della chemioterapia convenzionale, trattamento non danneggia le cellule normali, riducendo così gli effetti collaterali.

Rapporti da cancro al seno in chi soffre in Pakistan suggeriscono estrarre la pianta non comporta effetti collaterali gravi come la perdita di capelli, cadere nella conta ematica o diarrea.

La ricerca, pubblicata nella rivista scientifica PloS One, trovato l'Estratto della pianta ha avuto un nuovo meccanismo che potrebbe rimediare a difetti nella cella del DNA che normalmente avrebbe resistito la crescita del tumore.

Una risposta alterata del DNA permette non solo il cancro a fiorire, inibisce anche le opere di chemioterapia di modo che ne riduce l'efficacia.

Professor Carmichael ha detto un piccolo ospedale 100 miglia a nord di Lahore in Pakistan iniziato ad usare la tisana 40 anni fa per il trattamento di pazienti di cancro al seno.


Ha detto: ' sembra di tenerli in remissione, anche se non possiamo usare la parola cura in questa fase.

— Tuttavia, vivono per lungo tempo senza perdere i capelli o mettere una grande quantità di peso o sperimentando altri effetti collaterali tossici associati alla chemioterapia, quindi siamo fiduciosi che questo estratto ha qualcosa di contribuire.

Test di sicurezza rigorosi sarebbero necessari a sviluppare un farmaco basato sull'estratto, ha detto.

Attualmente la tisana è utilizzata per trattare gli asiatici, ma potrebbero esserci diversi effetti in pazienti caucasici, ha aggiunto.

Sono necessarie ulteriori ricerche per stabilire il ruolo dell'estratto in gestione del cancro, e ora deve essere dimostrato che questo estratto è efficace nell'uccidere le cellule tumorali all'interno del corpo in quanto è all'interno di un laboratorio, ha detto il professor Griffiths.

Ha detto che i prossimi passi sono per identificare quale elemento dell'impianto è responsabile di uccidere le cellule tumorali al fine di eventualmente in esecuzione prove con malati di cancro.

Dr Caitlin Palframan, policy manager presso Breakthrough Breast Cancer, ha detto: «alcuni dei più importanti farmaci anticancro sono originariamente derivati dalle piante.

' Come questa ricerca è in fase molto più precoce, non lo sapremo per un po' di tempo se farmaci derivati da questa pianta sarà efficace nel trattamento del cancro al seno, ma vediamo l'ora di vedere alcun progresso.

'Vi consigliamo le donne con cancro al seno che sono considerando di utilizzare tutti i rimedi a base di erbe per discutere di questo con il loro medico prima come alcuni possono interferire con il trattamento del cancro in corso'.

Emma Pennery, direttore clinico del Breast Cancer Care, ha detto: 'molta più ricerca sarebbe necessario costruire su questo lavoro su piccola scala di laboratorio fino ad oggi.'